Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Sab Dom Lun Mar

Oroscopo del mese

No images

Montecorvino Rovella. Arresto dopo inseguimento PDF Stampa E-mail
Sabato 12 Settembre 2020 16:19

Nell’ambito di indagini volte a contrastare l’odioso fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, nell’area dei Comuni di Battipaglia e di Montecorvino Rovella, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Battipaglia (SA), collaborati dai militari della Stazione Carabinieri di Montecorvino Rovella (SA), ad epilogo di un’articolata attività investigativa, nella serata di ieri hanno tratto in arresto E.M.E.I.O., nato nel 2000, pregiudicato, per il reato di cessione di stupefacenti, nella specie cocaina ed hashish. In particolare, gli investigatori, a seguito di servizi di osservazione presso l’abitazione del “pusher”, hanno controllato un’autovettura di un giovane cliente dello spacciatore, parcheggiata davanti al cancello dell’abitazione.

Nel frattempo lo spacciatore è salito a bordo dell’autovettura per consegnare la droga: all’alt degli agenti, il conducente dell’auto ha ottemperato all’ordine, mentre E.M.E.I.O. ha abbandonato repentinamente l’auto tentando una precipitosa fuga e provando a disfarsi dello stupefacente che aveva con sé. Dopo un impegnativo inseguimento su strada, gli agenti sono riusciti a bloccare il pregiudicato ed a recuperare lo stupefacente, un “panetto” di hashish. La successiva perquisizione domiciliare nei confronti dello spacciatore ha consentito di rinvenire ulteriore quantità di stupefacente, nella specie tre panetti di hashish, per un peso complessivo pari a circa quattrocento grammi ed alcune dosi di cocaina di circa 20 grammi, oltre ad un bilancino digitale utilizzato per le operazioni di pesatura. Gli agenti della Polizia di Stato ed i Carabinieri hanno quindi arrestato lo spacciatore, E.M.E.I.O., per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di successiva cessione al dettaglio, mentre l’altra persona in sua compagnia è stato indagato in stato di libertà. Dopo le formalità di rito, E.M.E.I.O. è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime precautelare degli arresti domiciliari, su disposizione del P.M. di turno, in attesa del rito direttissimo che si terrà dinanzi al Tribunale di Salerno.