Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Gio Ven Sab Dom

Oroscopo del mese

No images

Le vie del mare sono salve. PDF Stampa E-mail
Mercoledì 25 Maggio 2011 16:21

La soppressione del Metrò del Mare per mancanza di fondi, arrivano i fondi, 1.5 milioni di euro, per ‘Terre d’aMare’. La Regione Campania ha infatti modificato la politica del turismo e, su proposta del vicepresidente con delega al Turismo Giuseppe De Mita, deliberato il finanziamento del nuovo servizio che collegherà Cilento, Golfo di Salerno ed isola di Capri. Sono previsti anche itinerari interni.

 ‘E’ un progetto molto più interessante del precedente - commenta il consigliere regionale Pdl-Principe Arechi, Giovanni Fortunato - perché non favorisce solo i trasporti ma anche il turismo. Riscattando alla meglio la soppressione delle "Vie del Mare". Prima si sprecavano dai 3 ai 4 miliardi di euro anche per collegamenti inutili».  “Esprimo il mio più vivo ringraziamento alla Regione Campania e, in particolare al suo presidente, on. Stefano Caldoro, per l’attenzione riservata alla Provincia di Salerno relativamente al servizio delle Vie del Mare”. dichiara invece il presidente della Provincia di Salerno, on. Edmondo Cirielli, “Si tratta di un servizio fondamentale per lo sviluppo turistico dell’intera fascia costiera della provincia di Salerno e, in particolare, dell’area cilentana, altrimenti poco raggiungibile dai flussi turistici nazionali”. Per Luigi Cobellis capogruppo UDC in Regione Campania .«Un provvedimento importantissimo per operatori e turisti che conferma l'impegno dell'Assessore De Mita e mio a favore dello sviluppo della provincia di Salerno. Con questa delibera il nostro territorio si dota di strumenti integrati, di sistema, capaci di offrire nuovi servizi ai turisti e dare quindi nuove occasioni agli operatori. Voglio sottolineare anzitutto la riattivazione del Metrò del Mare, un servizio di mobilità alternativa che collegherà la costa cilentana con Amalfi, Capri e Napoli. A differenza di quanto accadeva in precedenza, questo intervento sarà inserito in un ampio progetto di promozione che, attraverso la definizione di itinerari tematici di qualità, favorirà anche lo sviluppo dellle aree interne. Il nostro obiettivo è quello di mettere a sistema tutto il potenziale turistico di un'area vasta e articolata, ricca di straordinarie bellezze naturali, storiche e artistiche. Le ricadute in termini economici saranno rilevanti e positive per tutti»