Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Gio Ven Sab Dom

Oroscopo del mese

No images

Rifiuti. Buone notizie? PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Maggio 2011 09:45

L'assessore all'Ambiente della Regione Campania Giovanni Romano ha commentato l'approvazione della delibera sul Piano dei rifiuti speciali “L'adozione del Piano regionale di gestione dei rifiuti speciali da parte della Giunta Caldoro è la prova evidente che questa amministrazione sta rispettando gli impegni e i tempi per traghettare la regione definitivamente fuori dalle criticità del Ciclo integrato dei rifiuti.

Proprio la mancanza di questo Piano (insieme, naturalmente, a quello di gestione dei rifiuti urbani), aveva fatto sì che l'Unione Europea bloccasse i fondi destinati alla Campania. Si avviano ora, come prevede la legge, la fase di consultazione pubblica e la valutazione ambientale strategica: il comitato tecnico dovrà esprimere il proprio parere. A seguito della delibera con la quale la Giunta, nel luglio scorso, aveva preso atto del lavoro di redazione del Piano, è stata già effettuata la necessaria Conferenza delle Autonomie locali, convocata dall’assessore competente Pasquale Sommese. Dopo le valutazioni, il testo andrà in Consiglio regionale per la definitiva approvazione”. Intanto Stefano Caldoro, nel corso di un suo intervento su Omnibus di La7, ha riferito che l’Unione Europea starebbe per sbloccare le risorse destinate alla bonifica del territorio e lo smaltimento dei rifiuti. "Grazie alla nostra azione, finalmente possiamo avere i 400 milioni di euro congelati. In un anno di amministrazione siamo riusciti ad approvare i piani per i rifiuti speciali e solidi mettendoci in regola con le disposizioni comunitarie e riconquistando credibilità e fiducia. Dovremo lavorare sodo per rispettare il cronoprogramma che l’Unione europea ci impone. Per quanto riguarda le responsabilità, queste vanno ascritte alla malagestione del centrosinistra e di Italia dei Valori che ha pienamente sostenuto quelle amministrazioni regionali colpite dalle sanzioni di Bruxelles. In poco più di 12 mesi abbiamo risanato i conti e avviato il piano di rientro del debito nel sistema sanitario".