Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Ven Sab Dom Lun

Oroscopo del mese

No images

SCENA TEATRO E L'ICATT DI EBOLI IN VIAGGIO VERSO ROMA, CON IL FORMAT TEATRO CASALINGO, A META NOVEMBRE PER LA SETTIMA EDIZIONE DELLA RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO IN CARCERE DESTINI INCROCIATI PDF Stampa E-mail
Domenica 20 Settembre 2020 08:43

Esperienze di vita. Il viaggio verso Roma a metà novembre di Scena Teatro e l'Icatt di Eboli, accompagnati dal format "Teatro casalingo" nato durante l'emergenza sanitaria da covid 19, per la settima edizione della rassegna nazionale di teatro in carcere “Destini Incrociati”. La produzione video a distanza, voluta dal Direttore artistico Antonello De Rosa e dal Direttore organizzativo Pasquale Petrosino con protagonisti i ragazzi dell'istituto carcerario diretto da Concetta Felaco, sarà protagonista della rassegna che si terrà presso il Dams dell'Università di Roma Tre. "Destini Incrociati" è promossa dal Coordinamento nazionale teatro in Carcere in collaborazione con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ed il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità. "Un connubio molto interessante - commenta Antonello De Rosa - perchè grazie all'Icatt, Scena Teatro porta l'esperienza e la solidarietà del teatro all'interno dell'istituto e tutto ciò fa si che gli ospiti possano esternare i propri sentimenti. La rassegna è una motivazione in più per i detenuti ad impegnarsi per una passione". Entusiasta di tale connubio anche il direttore dell'Icatt di Eboli. "Si è avuta la capacità, grazie al contributo di Scena Teatro, - afferma Concetta Felaco - di reinventarsi e seguire questo percorso riproposto con un collegamento a distanza. Un banco di prova per tutti ed i partecipanti hanno dimostrato tante diverse abilità. L'obiettivo della rassegna è di valorizzare le esperienze attive teatrali all'interno degli istituti penitenziari, e sarà realizzato a metà novembre. Per noi è motivo di orgoglio e pregio visto che abbiamo potuto offrire, attraverso il lavoro di Antonello De Rosa e Teatro casalingo, alla nostra utenza la prosecuzione del laboratorio teatrale"