Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Gio Ven Sab Dom

Oroscopo del mese

No images

Provincia - Cronaca
Bracigliano. Studenti cospargono creolina a scuola. Individuati PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Dicembre 2013 12:17

I militari della Stazione di Bracigliano (SA), a conclusione indagini, hanno individuato i due studenti, di 13 e 15 anni, che, lo scorso 7 novembre, hanno cosparso di creolina l’ingresso del locale Istituto Comprensivo, al fine di impedire lo svolgimento delle lezioni. Le indagini hanno permesso di appurare che uno dei due aveva acquistato la creolina, il giorno precedente al raid vandalico, in una merceria del luogo che poi, unitamente al compagno, ha cosparso innanzi alla scuola. L’indomani, a causa della propagazione del fastidioso odore in tutto il plesso scolastico, la dirigente era costretta a sospendere le lezioni riprese il giorno successivo dopo una bonifica. Lo studente quindicenne è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno, poiché ritenuto responsabile dei reati di interruzione di un pubblico servizio e getto pericoloso di cose, mentre il 13enne, data la giovane età, non è imputabile.

 
Furto nella sede della Protezione Civile, rubati generi alimentari e attrezzature PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Dicembre 2013 09:01

Nel corso della notte qualcuno si è introdotto nella sede della Protezione civile in località Gromola e ha rubato generi alimentari destinati alle famiglie indigenti e attrezzature. I ladri hanno realizzato un foro in corrispondenza di una porta esterna che era stata murata internamente. Sono stati portati via barattoli di pelati e altri generi alimentari ma anche un flex, una motosega, maschere antigas, stivali, un trapano e un avvitatore, utilizzati dai volontari della protezione civile per le loro attività. All’esterno della sede, su un muretto, i ladri hanno lasciato alcuni barattoli posizionati a mo’ di piramide. I generi alimentari rubati erano una parte di quelli del banco alimentare destinati alle famiglie indigenti che ogni mese vengono distribuiti dai volontari della protezione civile. Sul posto, questa mattina, si sono recati il sindaco Italo Voza e i consiglieri Maurizio Paolillo (delegato alla protezione civile), il consigliere Roberto Voza, il responsabile della protezione civile Mario Barlotti, il disaster manager Fiore Gallo, il coordinatore Gaetano Cataneo, il comandante della polizia municipale Natale Carotenuto e i carabinieri di Capaccio Scalo. «E’ un furto che colpisce la povera gente, a cui sono destinati i beni alimentari, e i volontari della protezione civile che mettono a disposizione il loro tempo libero per gli altri» afferma il consigliere Maurizio Paolillo. «E’ un gesto inaccettabile sul quale spero si riesca a fare chiarezza al più presto. – commenta il sindaco Italo Voza – Abbiamo chiesto alla polizia municipale e ai carabinieri di approfondire e aumentare i controlli sul territorio perché i cittadini chiedono ogni giorno maggiore attenzione per la sicurezza delle persone, delle loro case e delle attività economiche».

 
CAVA sequestro di ortofrutta da parte degli agenti di polizia locale PDF Stampa E-mail
Venerdì 15 Novembre 2013 07:26

 

Questa mattina la pattuglia annonaria del Comando di Polizia Locale metelliano, retto dal dirigente Antonino Attanasio e dal vicecomandante Giuseppe Ferrara, ha sequestrato in due distinte operazioni un ingente quantitativo di frutta e verdura ad altrettanti venditori abusivi in città. In una delle due occasioni è stata, inoltre sequestrata un’autovettura perché senza copertura assicurativa obbligatoria. Agli ambulanti sono stati sequestrati 390 chilogrammi di ortaggi e 400 di frutta ed elevate due sanzioni amministrative per un totale di 5 mila 164 euro, per assenza di specifica autorizzazione alla vendita. I prodotti sequestrati sono stati donati a due strutture che operano nel sociale in città: le suore alcantarine di Passiano e la comunità parrocchiale dell’Annunziata.

 

 
Vasi Comunicanti. Smantellata rete di spaccio PDF Stampa E-mail
Giovedì 07 Novembre 2013 08:43

Quattro gruppi criminali, che si dividevano il mercato dello spaccio dal Nord al Sud della provincia smantellata con l’esecuzione di 42 misure cautelari: 17 custodie in carcere, 15 ai domiciliari e dieci obblighi di dimora. Gli indagati sono 66 con un’indagine partita nel 2010, denominata “Vasi comunicanti”. I “capi” sarebbero Giovanni Gambone per l’area di Battipaglia e Santa Cecilia di Eboli, Michele Ginetti per Eboli, Franco Sasso e Domenico Napoli per la Valle dell’Irno, Luca Delfino e Fabio Saravalle per Salerno. La droga era acquistata a Torre Annunziata. Oltre 240 carabinieri, diretti dal maggiore Michele De Maio e coordinati dal colonnello Riccardo Piermarini, hanno eseguito gli arresti e sequestrato soldi e stupefacenti, con l’ausilio dell’elicottero dell’elinucleo di Pontecagnano e dei cani deI gruppi cinofili di Pontecagnano e Napoli.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 218