Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Lun Mar Mer Gio

Oroscopo del mese

No images

Economia & finanza
Arriva la fatturazione elettronica: la contabilità diventa digitale PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Maggio 2018 07:31

Presso la sala convegni del Mediterranea Hotel di Salerno, “Fatturazione Elettronica: opportunità professionali della digitalizzazione e soluzioni operative per la gestione”

 

 

Salerno, 15 maggio 2018 “Fatturazione Elettronica: opportunità professionali della digitalizzazione e soluzioni operative per la gestione” è questo il titolo del convegno che si terrà domani, alle ore 09.30, presso la sala convegni del Mediterranea Hotel di Salerno (via Gen. Clark n. 54). L’appuntamento, organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno in collaborazione dell’ODCEC di Salerno, si pone l’obiettivo di monitorare il grado di diffusione delle soluzioni informatiche e le principali motivazioni e resistenze alla loro adozione negli studi professionali dovuti dall’introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria.

Il convegno ha lo scopo di cogliere opportunità di crescita e di sviluppo della figura del commercialista a partire dall’analisi dei rapporti con la clientela. Difatti, la Legge di Bilancio 2018 – legge 27 dicembre 2017, n. 205 – prevede rilevanti novità in materia di fatturazione elettronica che diverrà obbligatoria a partire dall’1 gennaio 2019 per ciò che concerne le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti privati quali professionisti, commercianti, artigiani ed imprese. Tale innovazione, non sarà solo un onere, ma anzi rappresenterà una nuova opportunità di lavoro e porterà ad un incremento della capacità amministrativa finanziaria che sarà capace di prevenire e contrastare l’evasione nell’ambito Iva.

 

«Le nuove direttive spingono verso la piena digitalizzazione dei servizi contabili alla clientela e, oltre ad indirizzare verso un percorso di semplificazione amministrativa e contabile, sono finalizzate ad estendere l’obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico, attualmente previsto nei confronti della sola pubblica amministrazione. - spiega il Presidente dell’ANC Salerno, Matteo Cuomo -. Alla figura del commercialista verrà assegnato un ruolo sempre più centrale ma, allo stesso tempo, verrà richiesta la necessaria riorganizzazione dello studio e dei processi organizzativi interni che permetteranno ai sistemi contabili e amministrativi aziendali di diventare più efficienti e di migliorare il grado di affidabilità del sistema delle relazioni economiche e commerciali».

 

Il convegno di domani si aprirà con gli indirizzi di saluto del Presidente ODCEC di Salerno, Salvatore Giordano, e il Vice Presidente ANC Salerno, Francesco De Napoli. Con l’ausilio della moderatrice Cristina Del Gaizo, tesoriere ANC Salerno, interverranno: Umberto Zanini, Paola Callegari e Olindo Giamberardini.

 
Un milione e mezzo di euro per l'edilizia scolastica PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Maggio 2018 04:50

 

E’ stato pubblicato sul Burc della Regione Campania la determina dirigenziale con la quale il. Comune è stato ammesso al finanziamento a favore dell’edilizia scolastica per una somma di € 1.498.470,34 nell’ambito del Piano Triennale 2015-2017 e riguardante la ristrutturazione, la messa in sicurezza, l’efficentamento energetico e l’abbattimento delle barriere architettoniche dell’Istituto Comprensivo di Lanzara.

Leggi tutto...
 
Vice Ministro dell'agricoltura cinese in visita presso Finagricola a Battipaglia PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Aprile 2018 22:09

L' azienda Finagricola è stata selezionata dal CAAS (Chinese Academy of Agricultural Sciences) per un progetto di ricerca che verte sul confronto tra Italia e Cina sul risparmio idrico in agricoltura e sulle metodiche innovative per la sterilizzazione dei terreni all'interno dell’organizzazione della produzione dei pomodori Così Com'è.

 

A tal proposito in data 18 aprile abbiamo avuto l'onore di ricevere la visita, presso la nostra sede di Battipaglia, di una delegazione cinese con a capo il Vice Ministro dell'agricoltura che ha manifestato grandi interesse per predisporre un progetto condiviso che metta in gioco le competenze di entrambi e abbia un orizzonte strategico adeguato per posizionare il prodotto Finagricola sul mercato cinese.

 

Agricoltura, agroindustria e sicurezza alimentare. Questi i temi che sono emersi ieri dalla visita della delegazione Il Ministero dell’agricoltura della Repubblica Popolare Cinese in Italia.

L’Italia è ancora il punto di riferimento per la Cina nella produzione di una delle maggiori eccellenze del territorio italiano: il pomodoro.

Si è svolta nella giornata di mercoledì 18 aprile l’incontro tra il direttore Generale del "Departement of Finance Ministry of Agriculture and Rural Affairs" Ph. D Tao Huaiying, il Vice Ministro dell’agricoltura, P.R. Cina Tao-Lin Zhang Ph.d, il direttore Generale del "Rural Energy & Enviroment Agency - Ministry of Agriculture and Rural Affairs, P.R China" Wang Jiuchen e Fabio Palo, direttore commerciale dell’azienda Finagricola, che ha portato la delegazione cinese a visitare l’intero processo produttivo del pomodoro della Piana del Sele.

Complice di questo appuntamento il fisico del CNR Pasquale Mormile che da 12 anni segue questo interessante progetto di ricerca, avviato nell’ambito degli Accordi di Cooperazione Internazionale tra il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e la CAAS (Chinese Academy of Agricultural Sciences) e che affronta tematiche che vanno dal risparmio idrico in agricoltura a metodiche innovative per la sterilizzazione dei terreni.

La visita, a porte chiuse, è stata breve ma intensa e ha visto Fabio Palo raccontare in prima persona una dettagliata ed esaustiva presentazione di Finagricola, toccando tutti gli aspetti salienti, dalla compagine alla storia, dall’organizzazione alla produzione, dai controlli di qualità alle certificazioni, dai prodotti di punta all’impatto sui mercati nazionali ed internazionali.

Il vice ministro, molto incuriosito e affascinato dall’azienda in cui si trovava, e che conosceva solo sulla carta, ha chiesto al Dr Palo ulteriori chiarimenti e dettagli riguardo questioni trasversali che andavano dalla ricerca alle problematiche ambientali, dall’uso di film plastici fino al loro riciclo.

In Cina non esistono realtà aziendali come Finagricola e grande è stato l’interesse per l’organizzazione di Finagricola, per la sua modernità e per la capacità di porsi sui mercati, oltre che dell’eccellenza del prodotto agricolo finale.

“I cinesi sono rimasti molto colpiti dal notevole livello che abbiamo in Italia sulla sicurezza agroalimentare - commenta Fabio Palo – e quindi avevano necessità di conoscere e capire quali tecniche vengono utilizzate per realizzare prodotti privi di residui antiparassitari. Mi sono divertito a raccontare la nostra “semplice” tecnica di coltivare i pomodori non a pieno campo, che sarebbe più bucolico ma più dannoso, ma in serre fredde - ovvero che non possiedono alcun tipo di riscaldamento artificiale e quindi non causano una coltivazione forzata - dove le piante vengono maggiormente protette dalle avversità ambientali e climatiche. Inoltre così riusciamo a impollinare in maniera naturale i fiori introducendo i bombi e ad avere un controllo idrico personalizzato su ogni pianta, una vera e propria razionalizzazione ed ottimizzazione nella gestione delle risorse idriche”.

Fare qualità creando le condizioni ottimali per la crescita della pianta quindi, qualità che hanno testato sul campo assaggiando i pomodori pizzutteli a crudo e di cui hanno elogiato dolcezza e acidità, caratteristiche per loro assolutamente anomale visto che non sono soliti mangiare pomodori crudi ma solo cotti.

Un incontro che è stato soprattutto uno scambio di metodo e ricerca, anche per Palo che spera di andare presto a verificare di persona i loro metodi di coltivazioni basati su alte tecnologie innovative quali l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nelle colture, per un’agricoltura 4.0 che per noi è ancora utopia ma che potrebbe presto diventare realtà, oltre a offrire sul mercato cinese il prodotto Così Com’è, pomodorino in barattolo di alta qualità e dalle preziose proprietà organolettiche.

 

 

 

 
"Edilizia libera", stop burocrazia per molti lavori edili PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Aprile 2018 21:44

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 7 aprile scorso, l’elenco delle opere che dal prossimo 23 aprile potranno essere svolte in “edilizia libera” e cioè senza necessità di alcuna autorizzazione: i lavori potranno cioè essere effettuati senza alcuna comunicazione, senza richieste di permesso di costruzione e senza aprire Scia, Cila o Cil.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 52