Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Dom Lun Mar Mer

Oroscopo del mese

No images

Cultura & spettacolo
Selezionati i giovani del Conservatorio Martucci che prenderanno parte a La vedova allegra PDF Stampa E-mail
Giovedì 23 Maggio 2019 18:25

Il maestro ha raccontato le difficolta dell'esordio, l'incontro con Bernstein, la fama, ripercorrendo le tappe della sua carriera con un commovente ricordo di Luciano Pavarotti

Leggi tutto...
 
Concorso e rassegna musicale a Pertosa-Auletta PDF Stampa E-mail
Giovedì 23 Maggio 2019 18:07

Si terrà negli spazi della Fondazione MIDA (Pertosa-Auletta), tra il 27 maggio e l’1 giugno 2019, il concorso internazionale “Musica et Antrum”. Ad organizzarlo l’Associazione Flautisti Italiani con la direzione artistica del M° Salvatore Lombardi. Sostenere i giovani. Il Concorso Internazionale di Esecuzione “Musica et Antrum”, ideato e realizzato dall’Associazione Flautisti Italiani e da Falaut, in collaborazione con il Comune di Pertosa (SA), il Comune di Auletta (SA) e la Fondazione MIDA, è una competizione destinata a giovani musicisti con il preciso intento di valorizzarne e sostenerne il talento. In seno al concorso verrà realizzata anche una competizione riservata agli studenti delle SMIM e dei Licei Musicali. Il Concorso, con i suoi obiettivi, si candida a diventare un vero e proprio trampolino di lancio per tutti i giovani talenti e strumento di valorizzazione territoriale: infatti a tutti gli iscritti verrà offerta la possibilità di visitare le Grotte di Pertosa-Auletta. “Sono sicuro – dichiara Salvatore Lombardi – che il nascente Concorso Internazionale Musica et Antrum di Pertosa diventerà in breve tempo un importante punto di riferimento internazionale per tutto il mondo della musica, per l’incredibile bellezza della location e per il prestigio delle giurie che si alterneranno già in questa prima edizione”. Il concorso si articola in quattro sezioni: 1) Solisti: Archi, Canto, Chitarra, Fiati, Pianoforte, Percussioni 2) Formazioni da Camera: dal Duo all’Orchestra 3) Sezione Speciale SMIM e Licei Musicali (Solisti: Archi, Canto, Chitarra, Fiati, Pianoforte, Percussioni; Formazioni da Camera: dal duo all’orchestra) 4) Cori: Senza limiti di età e di partecipanti I vincitori prescelti dalla commissione dovranno esibirsi gratuitamente nel concerto di premiazione. Nella serata di Gala, durante lo svolgimento del concerto dei premiati, la Commissione valuterà le esecuzioni e deciderà il 1°, 2° e 3° premio assoluto. Fondazione MIDA. La Fondazione MIdA Musei Integrati dell’Ambiente è costituita dalla Regione Campania, la Provincia di Salerno ed i comuni di Auletta e Pertosa. Nasce con il fine di valorizzare la ricchezza del territorio, dando vita a iniziative mirate a promuoverne le risorse ambientali e culturali. La Fondazione gestisce le Grotte di Pertosa-Auletta (le uniche grotte in Italia dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, il Negro, e le sole in Europa a conservare i resti di un villaggio palafitticolo risalente al II millennio a.C.), quindi una sede museale (MIdA 01) che permette di scoprire la storia geologica del luogo. In prossimità delle Grotte vi è anche un Museo Botanico (MIdA02), dedicato alla flora spontanea del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Ulteriori spazi si trovano nella suggestiva località di Auletta, dove oltre al Complesso Monumentale dello “Jesus” (MIdA 03), è presente il ”Parco Urbano a Ruderi” (MIdA 04).

 
Uomini e Armi, la singolare mostra pittorica del Maestro Francesco Senatore PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Maggio 2019 18:06

Da Sabato 25 Maggio a Domenica 2 Giugno 2019, nel Complesso Monumentale di Santa Giovanna Anthida Thouret al Borgo, in mostra quaranta tavole a colori del Maestro cavese Francesco Senatore, al taglio del nastro il Sindaco Servalli. Da molti anni il Maestro “cavese doc” Francesco (Franco) Senatore, si cimenta nel presentare libri e mostre di rilevante spessore storico-culturale, riscuotendone vasta eco. “Uomini e Armi” è l’ennesima mostra di pittura che pone l’attento osservatore dinanzi ad un risolto dilemma: cos’è stato l’uomo nel tempo, quando ha dovuto imbracciare o impugnare le armi o salire su una macchina o nave da guerra? Nei quaranta quadri che formano la stupenda mostra in argomento, il Maestro Senatore, principiando dal primo secolo di Cristo, per venire ai tempi nostri, grazie alle sue operose ricerche, espresse a colori in quaranta tavole, ci offre una chiara lettura, peculiare e rivelatrice, dell’arte, immersa nella cultura, non trascurando di presentarci, con dovizia di particolari, l’anatomia umana e le singole peculiarità delle armi, delle armature, delle spingarde, delle picche, delle navi, degli aerei, dei carri armati e tant’altro ancora. Il Maestro ha voluto che in copertina vi fosse “La presa di Roma”, nota anche come “ La breccia di Porta Pia del 20 Settembre 1870”, la quale, sebbene descritta nei libri di storia, non molti l’hanno saputa rappresentare; Senatore la ripropone, seppur ricorrendo all’immaginario, presentandoci la determinazione dei valorosi bersaglieri italiani. Dal I secolo di Cristo, Senatore passa al XIX secolo, proponendoci l’assedio, ovvero: il massacro di Gerusalemme del 1099, avutosi nel corso della prima crociata, per andare alle Legioni romane in azione di difesa dai “vandali germanici”, per proporci poi i gladiatori “Mirmillone” e “Reziario”, intrepidi combattenti nelle arene romane. Dal mare increspato appaiono quattro storiche navi: la fregata Euro, la corazzata Roma, nota per essere stata il gioiello della marina italiana, affondata nel Golfo dell’Asinara, l’emersione del sottomarino Caracciolo, classe Cagni, ma anche l’affondamento di una corazzata austriaca, con l’impiego dei Mezzi Anti Sommergibili (M.A.S.), e la battaglia navale franco-britannica. Passando davanti all’etiopico “combattimento dello Scirè” del 1936, si torna a quello di Calatafimi del 1860 e soffermandosi davanti alle pitture color seppia, si può “vivere” la temporanea quiete dei “Fanti in trincea”, senza trascurare la tragica fine, nella steppa russa, dell’AR.MI.R. (Armata Militare Italiana in Russia), opera che ci riporta a quanto raccontatoci dai pochi sopravvissuti. Cosa dire della ricostruzione dell’ultima carica del “Savoia Cavalleria”, lungo le rive del Don, avvenuta durante la seconda guerra mondiale, o del Trapper del nord America, mentre spara con un fucile a pietra focaia, che del pari alle restanti opere non è il risultato di una casuale fantasia, ma di costanti ricerche storiografiche, coniugate a perseveranti approfondimenti culturali del Maestro Senatore, sostenuti dalla volontà di recuperare e dipingere, indi tramandare: “Uomini e Armi” del passato remoto e prossimo a noi contemporanei.

 
Presentazione iniziative Istituto Italiano per gli Studi Filosofici PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Maggio 2019 18:03

Domani mattina, mercoledì 22 maggio, alle ore 11.00, presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, saranno presentate le iniziative promosse dalla Scuola di Filosofia giuridica e politica dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, intitolata all’avvocato Gerardo Marotta.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 404