Menu Principale


Condividi su

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

News

Loading feeds...

Created by SopanTech Solutions


Area sondaggi


Meteo a Salerno

Lun Mar Mer Gio

Oroscopo del mese

No images

Salerno - Cronaca
Salerno, quartiere Canalone. La gattina che ha rischiato lo strangolamento è salva grazie alla veterinaria dell’Asl PDF Stampa E-mail
Martedì 12 Settembre 2017 07:18

Un laccio di nylon al collo, così stretto da esserle penetrato nella pelle. Una vicenda che ha tenuto per oltre due settimane con il fiato sospeso alcuni volontari animalisti salernitani e, in primis, la dottoressa Flora Del Giudice del Distretto Sanitario 66 dell’Asl veterinaria di Salerno, che sin dalla prima segnalazione si è attivata personalmente con appostamenti quotidiani che sono andati ben oltre il suo orario di servizio ed i dovuti compiti istituzionali, fino al lieto epilogo di oggi. La gatta di circa cinque mesi, nata nei pressi di un terreno privato nel quartiere Canalone, era stata notata più di 15 giorni fa dagli abitanti del posto, i quali temendo che il cappio l’avrebbe portata presto alla morte, causata dall’impossibilità di alimentarsi ancor prima dell’infezione dovuta alla grave lacerazione, hanno lanciato l’allarme alla locale Azienda sanitaria, raccolto prontamente dalla dottoressa Del Giudice, che presso l’ambulatorio veterinario del Distretto Sanitario 66 si occupa della prevenzione del randagismo. Due settimane di tentativi, durante i quali, nel frattempo, la mamma della gattina è stata anche presa, sterilizzata e già reimmessa, che hanno visto una felice conclusione quando, questa mattina, la piccola ormai quasi allo stremo è entrata in una gabbia trappola costruita appositamente da alcuni volontari e trasportata lì per la cattura. Portata di corsa presso l’ambulatorio di via Ostaglio, le è stato asportato il laccio di nylon, ripulita la ferita ed ora è in degenza post operatoria presso la stessa veterinaria che ha provveduto al suo salvataggio. Nel raccontare la vicenda si ricorda che la principale arma a nostra disposizione contro il randagismo, che origina anche questi tristi episodi, è la sterilizzazione, l’unica efficace riconosciuta a livello internazionale per salvaguardare il benessere degli animali, nonché la meno onerosa in assoluto. Le colonie feline possono essere gestite da volontari (anche persone singole) che devono registrarle presso il servizio veterinario della propria Asl di appartenenza ed avere diritto così alla sterilizzazione gratuita.

 
Enzo Barbato si sveglia dal coma PDF Stampa E-mail
Lunedì 03 Ottobre 2016 09:28

Enzo Barbato, il 41enne ex portiere salernitano, vittima di un incidente stradale avvenuto il 13 Agosto mentre era in sella alla sua moto e finito in coma per il trauma riportato, si è risvegliato.

 
Salerno. Cede ringhiera sul lungomare. Tre feriti PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Agosto 2016 15:05

Una ringhiera di quelle di ferro sulle quali tutti i salernitani siedono sul lungomare di Salerno ha ceduto facendo precipitare sugli scogli tre persone. I volontari della Croce rossa li hanno trasportati in ospedale, ma sembra che non abbiano riportato gravi danni fisici.

 
Tentato suicidio alla stazione di Salerno PDF Stampa E-mail
Mercoledì 24 Febbraio 2016 11:17

Un uomo sulla sessantina, residente in provincia di Cosenza, sceso dal treno per Napoli alla stazione di Salerno, ha tentato di buttarsi sui binari. L' uomo è stato soccorso e condotto in ospedale dai volontari dell' Humanitas. Le sue condizioni non sono preoccupanti.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 87